Omeopatia

Equilibrio degli elementi naturali
Equilibrio degli elementi naturali

I vantaggi dell’ Omeopatia

Nota : In omeopatia non si parla ne di “medicine” ne di  “farmaci” ne di “principi attivi” ma  si parla di “RIMEDI Omeopatici” L’ omeopatia presenta numerosi vantaggi che possono essere così riassunti:

  • I rimedi omeopatici sono preparati a partire da materie prime naturali del mondo vegetale, animale e minerale. A differenza dall’erboristeria che utilizza solo materie prime provenienti dal mondo vegetale
  • L’ uso di rimedi in piccole dosi garantisce l’ assenza di tossicità e di effetti secondari.
  • L’ omeopatia cura il paziente stimolando le risposte specifiche per il ripristino dell’ equilibrio del corpo e quindi della salute.
  • L’ omeopatia consente di trattare la malattia in maniera dolce, rapida ed efficace.
  • L’ omeopatia osserva e cura l’ uomo nella sua totalità e individualità.
  • L’ omeopatia è una forma di cura personalizzata, basata sulla valutazione della malattia, ma anche delle modalità reattive personali del paziente. Così, persone che presentano sintomi uguali possono beneficiare di preparati diversi. Allo stesso modo uno stesso medicinale omeopatico può essere usato per affezioni diverse. Per tale ragione i rimedi omeopatici non presentano foglietti illustrativi (bugiardini) allegati.
  • L’ omeopatia considera la persona inserita nel proprio contesto e secondo lo stile di vita della singola persona.
  • Nel rapporto medico-paziente viene valorizzato il dialogo per una completa comprensione del paziente. (le visite del medico omeopatico sono lunghe e approfondite nella descrizione dei sintomi e nell’anamnesi)
  • L’ assenza di tossicità rende l’ omeopatia ideale per il trattamento di disturbi in età pediatrica, nella terza età e in gravidanza.
  • L’ omeopatia è perfettamente compatibile e complementare nei confronti di altri metodi terapeutici.
omeopatia diluizioni
Diluizioni omeopatiche

I rimedi omeopatici si presentano sotto forma di granuli, globuli e gocce. I granuli sono prescritti in tutte le diluizioni e vanno assunti in numero da 3 a 5 per volta. E’ la forma farmaceutica più utilizzata. I globuli sono sferule di saccarosio e lattosio presenti nelle monodosi. Il tubo-dose va assunto in un’ unica somministrazione e lasciato sciogliere lentamente in bocca, sotto la lingua. E’ la forma farmaceutica che assicura il massimo di effetto superficie. E’ riservata alle diluizioni medie o alte (7, 9, 15, 30, 200 CH) prescritte meno di una volta al dì o una volta al dì per un periodo limitato. Le gocce vengono preparate in veicolo alcolico a 30°, in flaconi da 15 o 30 ml. Sono riservate alle basse diluizioni: T.M., 1 DH, 3 DH, 6 DH. Vanno assunte in forma pura o in un po’ d’ acqua, generalmente 2-4 volte al dì e alla dose media di 15-20 gocce per volta. Modi di somministrazione La via di somministrazione per eccellenza dei preparati omeopatici è la via sublinguale.  Sotto la lingua il rimedio si scioglie ed  entra nel circolo sanguigno molto velocemente rispetto alla somministrazione orale normale in virtù della ricca vascolarizzazione di questa zona:  è una forma di assunzione molto rapida e quindi molto più potente. I preparati omeopatici devono assicurare il massimo di effetto di superficie o contatto tra la mucosa della bocca e il rimedio. Prima dell’ assunzione occorre avere “la bocca pulita” ovvero non aver ingerito altre sostanze, non essersi lavati i denti con dentrifici o aver fatto sciacqui con colluttori, ecc. I granuli e i globuli non devono essere toccati con le dita, ma versati nell’ apposito tappo contenitore e lasciati cadere in bocca, sotto la lingua. omeopatia

Yohannes Merhawi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *